Chiara Spalatro: Apple teacher e innovazione all’IC Rodari-Alighieri-Spalatro

La prof.sa Chiara Spalatro, insegnante di Lettere all’IC Rodari-Alighieri-Spalatro di Vieste, è da sempre appassionata ed interessata all’innovazione didattica, come ci ha raccontato ad Insegnanti al microfono, sia per motivi personali, la sua famiglia l’ha cresciuta nella mentalità commerciale, sia per offrire ai suoi alunni strumenti didattici coinvolgenti e divertenti. Da oltre vent’anni cerca gli strumenti tecnologici e didattici più adatti ai suoi studenti delle medie. Così fa parte della rete dei formatori della Flipnet, ha un canale youtube, ha ottenuto l’Apple distinguished tearcher. La sua convinzione è che non è importante lo strumento ma l’obiettivo da raggiungere a scuola, per cui l’ambiente di apprendimento è fondamentale perchè aiuta e facilita il percorso formativo degli studenti. Ha scritto insieme ad altri esperti e colleghi, un testo per la didattica: 101 idee per una didattica digitale integrata, ed. Erickson.

Nel 2014 ha scoperto la versatilità e creatività dell’ambiente Apple e da allora lo ha applicato alle sue classi. Avere un tablet aiuta la interdisciplinarietà e approfondimento in quanto è uno strumento che racchiude in se tutti gli altri, oltre a permetre un’alta accessibilità e quindi una facilitazione per gli alunni BES o DSA o con altri bisogni.

Ha creato una classe totalmente digitale con l’appoggoi delle famiglie e della scuola. Così riescono in questo modo anche ad apossedere competenze digitali e trasversali.

Un altro approccio approfondito e sviluppato in classe è quella della flippedclassroom, di cui si parla tanto ma forse pochi conoscono e applicano bene; per questo lei è una formatrice e sottolinea l’importanza di conoscere il metodo.

La sua esperienza e ampia visione della scuola anche italiana, le permette di riconoscere come ci sia stato un crescente approccio positivo verso il digitale e che l’accoglienza e l’attenzione agli studenti e stundentesse in difficoltà sono molto alti. Invece un limite della nostra scuola è l’autoreferenzialità degli insegnanti, che troppo spesso si chiudono nelle loro classi e sono poco aperti alla collaborazione e al confronto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...